I Guerrieri (vol. I): Angela e le sue sorelle

Oktoberfest

C’è una categoria di persone, una dinamica sociale romana che mi ha sempre affascinato: quella dei coatti che abbordano le turiste per strada.

Questi eroi vivono inseguendo un sogno, l’amplesso con la Turista (meglio se scandinava), come un fine che trascende il richiamo della carne e si colora nei toni porpora dell’ideale.  Sono gli ultimi romantici, i nuovi Guerrieri.

Girando per le strade della capitale capita di incrociarli mentre lanciano audaci assalti a gruppi di au pair tedesche in libera uscita o all’occasionale coppia di trucidone polacche …

Il vero Guerriero ha un vocabolario di non più di centocinquanta parole in italiano e venticinque in inglese. Egli sa quindi che deve giocarsi tutte le sue carte sul primo approccio. Un po’ come i tizi dei ristoranti dietro Piazza Navona. In una frazione di secondo deve suscitare abbastanza desiderio/simpatia/pena nella malcapitata da stabilire un sia pur esile legame. Chiameremo questa fase l’accollo.

Alla fase dell’accollo segue di solito quella dell’ascolto. Dopo averle offerto da bere – con strizzatina d’occhio al barista e “zi fajelo carico” – il Guerriero  comincia con una serie di domande standard –  Come ti chiami? Cosa studi ? Che ci fai in Italia? – cui l’ignara vittima risponde usualmente con lunghe e sempre più balbettanti digressioni sulla vita il mondo e tutto il resto. Lo zio, nel frattempo continua a farglieli carichi

Ma perché delle ragazze comuni – le astronaute, cancelliere e microbiologhe del domani –si prestano a a ‘sto sketch? Perché il Guerriero ha l’abbigliamento e il consumo di steroidi di un personaggio di Jersey Shore, ma lo sguardo da cucciolo smarrito e quella (apparente) voglia di ascoltarle di Joseph Gordon Lewitt. In un film di Wes Anderson.

Quando si arriva all’ “and you?” il nostro passa a un confusissimo (e spesso geniale) tentativo di comunicare sopperendo alle proprie lacuna linguistiche con un ampio gesticolare e tanto entusiasmo. Tra le tante emerge questo scambio di battute, sentito un’infinita di volte facendo la fila per prendere da bere, che qui riporto nella variante tedesca:

“Where are you from again?

Germany

I know only one sentence in German

oh cool what  is it?”

[segue, quando va bene, una proposta sessuale esplicita – “ich will dich ficken” ovvero “ti voglio scopare” – quando va male, una proposta sessuale estrema con risvolti degradanti per l’interessata – “ich und mein Freund werden dich zusammen im Arsch und in der Muschi ficken, waehrend deine fette Freundinn zuschaut und filmt” che è meglio io non traduca. Seguono cinque alti, ripetuti inviti allo zio a fajelo carico e l’immortale “io la bruna, tu la bionda”]

Lo sfoggio delle proprie competenze linguistiche apre ufficialmente la terza fase, l’all in del Guerriero, ovverosia la proposta. Il contenuto della proposta è variabile, ma in se non importante. Se a questo punto non sono scappate a chiamare la polizia, che il tutto si concluda con un limone duro al sapore di Margarita o un pompone clandestino dietro al Drunken Ship, non importa: anche stasera ‘amo tenuto arti i nostri colori.

Al risveglio la mattina successiva, nel affrontare la propria nausea e vergogna c’è una cosa che Sandy fortunatamente non sa e non immagina: che da qualche parte alla Garbatella, in uno snack bar, qualcuno sta facendo Caressa sul rigore di Grosso, mentre il Guerriero ghigna con le mani al cielo e accenna un principio di scatto verso la più vicina slot machine.

E questo, Angela, non ce lo potrà mai togliere nessuno, fiscal compact o no.

 

Il Worm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...